domenica 24 luglio 2011

17: Sassi-Superga

La salita più famosa e fra le più toste della collina è senza ombra di dubbio quella che collega direttamente Torino a Superga, una sorta di direttissima ma..ripidissima, almeno in certi punti dove sembrerebbe toccare la pendenza del 18%! Quella media si assesta invece sui 9..

Ieri l'ho fatta in salita e, dopo aver sofferto per 3km (il primo è filato liscio anche se ripido, poi sono calato data la fatica), all'ultimo km (5km è la lunghezza della salita) sono riuscito a risollevarmi e a scattare fino alla cima, ovvero fino alla basilica di Superga.
Consiglio ai principianti di salirci (solo) se anteriormente montano una "tripla" col 30.


Per chi volesse affrontarla in discesa, oltre al consiglio di controllare i freni, posso dare l'informazione che le due frane presenti pochi mesi fa non ci sono più e in alcuni brevi tratti c'è dell'asfalto nuovo. Per chi non la conoscesse, posso invece dire che è composta principalmente da 4 rettilinei (uno forse è un semi-rettilineo) e fra questi vi sono molte curve larghe e tornanti, il tutto condito come già avrete capito da tratti molto ripidi e, purtroppo, anche da svariate auto (anche questa strada è trafficata quanto Corso Chieri, ma questa principalmente durante i giorni festivi, l'altra in quelli feriali).

Io questa volta, invece, per scendere a Torino ho preso la Strada dei Colli (la cosidetta Panoramica) perchè più la faccio più mi diverto: è una discesa con una pendenza non pronunciata, con diverse curve a gomito e altri tratti curvilinei che anzichè renderla nervosa, ne fanno una strada libidinosa (per questo è da decenni vietata al transito delle moto..) dove si può pedalare per prendere maggiore velocità senza smulinare (ovvio che dipende anche dai rapporti che uno ha!).
Discesa per corso Chieri, pasasndo quindi da Reaglie e..l'unica peccata di questa strada sono gli innumerevoli tombini. Attenzione verso la fine ad un tombino che intorno a delle buche notevoli! Tutti i tombini li trovate verso il centro della corsia, quindi se non ci sono molte auto sapete da che parte stare!

16: Strada Mongreno

Ieri avrei voluto fare un ampio giro in collina su strada, purtroppo la pioggia e una massa senza fine di nuvole tempestose non mi ha consentito ciò, indi per cui ho ripiegato (anche) su una stradina collinare molto tosta, seppur breve e che non porta in alcun punto famoso, ma in un incrocio di 3 stradine (eeeeh, rinomato!), ovvero Strada Comunale di Mongreno.
Dico anche perchè la salita principale della giornata (sotto il sole, tra l'altro) è stata quella di Sassi per arrivare a Superga..


Ora è un po' tardi come suggerimento, ma questa breve strada, il tratto più duro è lungo 2km, la consiglio per chi vuole testare la propria gamba e il proprio fiato in vista di future salite impegnative.
Il bello di questa strada è che pur essendo larga non è trafficata, al massimo trovate una-due auto che vanno in un ospizio e poco altro, quindi molta tranquillità, anche se..anche se purtroppo ho notato che sopra un cucuzzolo stanno costruendo 3 palazzi, quindi potete già immaginare il traffico che ci sarà quando gli appartamenti saranno completati..
Quando la strada si restringe, è ancora più bella, peccato che dopo poco finisca e ci si trovi ad un trivio: all'estrema destra c'è una via privata di una parrocchia, di fronte a destra la strada, Strada vicinale del Cresto, che ripidamente scende a Reaglie (da qui poi si può salire a Pino Torinese tramite corso Chieri che, però, è molto trafficato), di fronte a sinistra la continuazione ripida e stretta di Strada Comunale di Mongreno che scendendo (e quando scende diventa un po' sconnessa) si collega facendo un semi cerchio con la strada per Reaglie..

venerdì 22 luglio 2011

Accompagnatore cicloturista

Evvai, sono riuscito a divenire un.."Accompagnatore cicloturista" (o Guida Mtb, essendo stato il corso molto incentrato sull'off-road)!

Le materie affrontate sono state diverse:
conduzione del mezzo,
meccanica per manutenzione ordinaria, più accenni a quella straordinaria,
cartografia (GPS compreso), più cenni sull'alimentazione e meteorologia,
primo soccorso,
legislazione turistica,
territorio e sue risorse più cenni naturalistici,
comunicazione,

programmi informatici.

Finisco ringranziando ancora coloro i quali rendono speciale la vita, coloro che danno senso ad una cosa che di per sè non ne avrebbe, grazie mille (compreso l'inventore della ruota e della bicicletta)!

Le uscite in MTB sono state effettuate nella collina chiesere e torinese, nella collina di Rivoli + Moncuni, nelle colline della Serra d'Ivrea e sopra Sauze di Cesana!

mercoledì 20 luglio 2011

PANTA2000


Oggi il Tour de France è arrivato in Italia, scendendo dalla Val Chisone (Sestriere) è atterrato a Pinerolo dopo una bella e tosta salita in quel di Pra Martino con discesa molto tecnica che ha fatto diverse "vittime", fra cui la Maglia Gialla Voeckler!
Contador in discesa è stato fenomenale, ancor meglio dell'amico connazionale Samuel Sanchez che ha peccato in una curva.
Il vincitore è stato, distaccando alla grande tutti gli altri, Boasson Hagen che ieri, in volata, si è fatto fregare come un "pollo" da Hushov!

Ma perchè questo titolo?

Perchè Rai Sport 2, ovvero il canale dove seguire le tappe del Tour de France, dalle 18 alle 19 di questa sera ha mostrato la mitica tappa del 13 luglio 2000 Carpentras-Mont Ventoux vinta da..Marco Pantani arrivato in cima assieme a Lance Armstrong. Quanti scatti in salita, 5 se non 6, quasi tutti fulminanti. Purtroppo non era al100% e infatti lo statunitense l'ha raggiunto a circa 2 km dall'arrivo con uno scatto lunghissimo e velocissimo.
La cosa che mi ha colpito molto è che l'affetto della maggior parte dei tifosi era tutta per lui, infatti sia che si trovasse in testa al gruppo o al fondo, la gente usciva dai bordi per applaudirlo ed incitarlo.
Sinceramente non riesco a capire perchè non abbia continuato ad allenarsi con costanza dopo il Tour del 2000..

sabato 9 luglio 2011

Strade dissestate in collina

Amici ciclisti, la situazione delle strade collinari a Torino si fa tetra!

Guarda questa gallery de La Stampa dopo il nubifragio di ieri..(e chissà dopo quello di stasera!)

venerdì 8 luglio 2011

Lettera sui ciclisti

Dopo quella di qualche giorno fa, anche in questa si parla bene dei ciclisti.

Turismo slow nella piana a Sud di Torino

Un sito ricco di info per organizzare gite, conoscere il territorio, trovare ricettività a Carignano e dintorni:

Lamentele Bike Sharing Torino


Complimenti ha chi ha il servizio di manutenzione/riparazioni bici!!!


giovedì 7 luglio 2011

Attenzione: Tetti Rosero


Se per salire a Pino T.se volete passare da Pecetto T.se e conseguentemente da Tetti Rosero, dovete fare attenzione, specialmente in senso inverso, cioè in discesa, a due tratti dove è presente della sabbia (non capisco il motivo della sua presenza, ma tant'è!) proprio in questa frazione.

martedì 5 luglio 2011

Tour de France, Contador c'è


Quarta tappa del Tour..e Contador c'è!

In una tappa "nordica", ricorda infatti una grande classica, s'è fatto vedere Contador che ha spinto il gruppo negli ultimi km durante una salita, anche se non troppo tosta (iniziava al 6% e finiva all'incirca al 2,5%). Proprio per questo motivo non è arrivato in solitaria ma con un gruppone coeso e dai nomi altisonanti: Evans (vincitore per 20cm!), Vinokourov, Sanchez, Schleck, ecc.


C'era chi lo vedeva spento..sono convinto invece che ne vedremo delle belle!!!

domenica 3 luglio 2011