domenica 16 novembre 2014

Turin MARATHON: grandi discussioni

Innanzitutto, mi preme evidenziare e plaudire lo scatto del vincitore della Turin Marathon 2014 che, nonostante una contrattura comparsa a poche decine di metri dal traguardo, è riuscito con una grande forza d'animo, a dare tutto quello che aveva perché aveva fame di vincire ed è riuscito con un vero e proprio sprint (al 42° km!!!) a staccare il rivela e connazionale (entrambi del Kenya).
Fantastico!
Il vincitore, Samuel Rutto (in piemontese Samuel Rut) ha impiegato 2 ore, 10 minuti e 0 secondi! Ma il record internazionale è di Dennis Kipruto Kimetto, il quale quest'anno ha concluso la Maratona di Berlino in 2 ore, 2 minuti e 57 secondi!

Veniamo a noi, invece, a quello che ho visto e sentito con i miei occhi e le mie orecchie:
una signora anziana (che Paolo Villaggio definirebbe una vecchiaccia maledetta ahah) alla fermata del tram, era arrabbiata perché questo non passava e ce l'aveva con la gara perché la domenica, dopo una settimana di impegni (ma quali? mah!) uno, cioè lei, non poteva andare al teatro o al cinema (al mattino? mah!).
Ma merda, per una volta all'anno che c'è la MARATONA, ovvero un evento internazionale o perlomeno nazionale, e soprattutto STORICO, c'è gente che deve rompere le palle, come quegli automobilisti ignari della manifestazione intenti a clacsonare?
MA LA GENTE A TORINO E IN ITALIA SA SOLO LAMENTARSI???????????????

Detto ciò, QUI trovate la classifica COMPLETA della TURIN MARATHON 2014!

sabato 8 novembre 2014

Specchio dei Tempi, Torino Sette e le bici

Ma basta, mi viene subito da urlare!
Non è possibile che ad ogni pié sospinto io sia costretto a leggere sia nella rubrica Specchio dei tempi presente nel quotidiano La Stampa, che pure nelle lettere che aprono l'inserto Torino Sette, lettere contro le bici con gente che afferma che i ciclisti fanno quello che vogliono a danno di pedoni e automobilisti.
Non so se incazzarmi o semplicemente se ridere!
E' vero che in giro c'è gente che pedala sui marciapiedi a forte velocità, ma è un problema? Siamo invasi dai mezzi a motore che non rispettano alcuna norma, infatti posteggiano dove cazzo vogliono, passano col rosso e vanno a folli velocità, e la gente anziché lamentarsi di queste cose, pensa alle bici?
Che poi questi grandissimi stronzi, anziché andarsene a fanculo quando sono in auto o a piedi, cosa fanno? Se in auto posteggiano come già detto sulle strisce sia pedonali che ciclopedonali, o se sono a piedi secondo voi dove vanno a camminare, fra le loro amiche auto nei corsi e nelle statali o sulle piste ciclabili? BRAVI, AVETE INDOVINATO!
IPOCRISIA PURA E TOTALE!