sabato 23 maggio 2015

Salita alla Sacra di San Michele (piedi)


SACRA DI SAN MICHELE

Oggi pomeriggio sono salito col mio cagnoliiiiino alla Sacra di San Michele prendendo la Antica Mulattiera da Sant'Ambrogio di Susa.
L'anno scorso invece salimmo dal sentiero che parte da dietro la chiesa di Chiusa San Michele (piazza San Pietro Apostolo). Sia il sentiero preso oggi che l'altro, hanno in comune un notevole fondo sassoso, il primo poi è oserei dire al 95% su sassi, ma questo già lo sapevo avendo visto alcune foto sul web. L'altro non scherza, infatti in discesa presi una bella storta.

Per trovare questa mulattiera (su OpenCycleMap viene chiamata, non so perché, Vecchia anziché Antica) bisogna entrare nel paese (entrate a piedi lasciando l'auto nella periferia del paesino perché trovare un posteggio è impossibile, io oggi ce l'ho fatta di culo in una salitella tra un'auto e un'altra) e cercare via Pirichiano (sale sulla destra, ma trovate una bacheca con info sui sentieri!).

Sin dall'inizio troviamo i sassi (tutti ben fissati al terreno, eh!) e anche una notevole pendenza che non cesserà mai.
Devo ammettere che l'ambiente ombroso e verde mi è piaciuto, mentre il sentiero no.. e non per la pendenza, quanto per la larghezza e l'artificiosità. Io sui sassi non mi diverto e non riesco proprio a correre, specie in salita, in discesa anche se ho sofferto un po', alla fine mi sono divertito.. non troppo ovviamente, ma pensavo peggio! Inizialmente, in salita, pensavo di non essere in condizione, ma sapevo fin da subito che era una balla dato che qualche giorno fa avevo corso per 15 km, seppur in pianura, infatti appena ho trovato dei pezzi di sterrato ho ritrovato la mia forma.

E' un sentiero non molto lungo (3 km) che presenta però un dislivello notevole (550 mt circa).
Lo si può suddividere in 2 parti anche se non uguali, la prima va da Sant'Ambrogio a San Pietro (dove c'è uno spiazzo per le auto), ed è la più lunga, la seconda va da dopo questo borgo fino alla strada asfaltata pedonale che porta alla Sacra di San Michele.
La pendenza del primo tratto è notevole, però ci sono anche delle panche e una fontana (l'unica mi pare, su OCM c'è segnata quella di S. Pietro ma io oggi non l'ho vista). Da San Pietro alla Sacra non ci si impiega molto, per cui se siete stanchi fate un ultimo sforzo.

Se questi due sentieri (da Chiusa e da Sant'Ambrogio) non fossero così sassosi ci tornerei, invece lo sono e pure troppo, per cui a mai più rivederci, sigh. Devo ancora provare, però, il Sentiero dei Principi che parte da Mortera (o da Bertassi, pianura).

Nessun commento:

Posta un commento