giovedì 15 dicembre 2011

Da Torino ai Laghi di Avigliana

La scorsa settimana ho compiuto per due volte di fila il classico giro dei Laghi di Avigliana partendo da Torino Sud.


E' un giro lungo circa 50km che non mi ha mai stufato perchè all'andata, tranne un noioso pezzo iniziale di circa 10 km per uscire dalla città, ci sono dei saliscendi, si è vicini alla collina di Rivoli, poi ci si avvicina ai laghi di Avigliana passando per una bella strada, di solito trafficata, ma di sabato e domenica non troppo, che è abbastanza varia fra rettilinei, curve, salitelle e discese. I laghi sono splendidi ad ogni ora e anche d'inverno, nel lago Piccolo, ci sono diversi anatidi, andateci a piedi, compiete il periplo e potrete ammirare anche gli aironi cenerini!

Ovviamente il percorso può essere modificato e allungato facilmente: prima di scendere ad Avigliana, si può svoltare a sinistra per salire a Reano e tornare indietro passando per Villarbasse (strada piacevole, ma vi perdete il passaggio accanto ai laghi). Ad Avigliana potreteste entrare nel centro storico (è famosa per i suoi svariati quartieri storici, medievali) svoltando a destra. Oppure, dopo aver superato il lago Grande, potrete svoltare a destra per salire a Giaveno o per prendere via Grignetto che costeggiando il lago, porta ai mareschi (preziosa zona umida) e poi sotto la Sacra di San Michele.

Se vi piace pedalare veloci, dovete seguire il senso che ho qui proposto, perchè se per tornare a casa passate per Trana-Bruino, ecc., la lunga e dritta strada statale si presenta con un falsopiano in leggera discesa, quindi è facile pedalare ad una velocità di crociera dei 35 km/h.

Nessun commento:

Posta un commento