domenica 20 aprile 2014

Cicloturismo sì, ma per gioia

CICLOTURISMO sì, ma per la gioia insita nel pedalare e vedere posti nuovi, non tanto per raggiungere i cosidetti "punti d'interesse" che, nelle brochure, risultano essere delle figurine, delle cartoline messe lì completamente decontestualizzate.

Io non ho mai creato un percorso con il fine ultimo di raggiungere una data costruzione, casomai una determinata altura, vetta, perché se lungo il percorso posso/possiamo incontrare diverse costruzioni/architetture degne di nota, è solo raggiungendo un ben determinato punto naturale che possiamo davvero dire di esserci goduti il viaggio, di aver realizzato un bel giro!

Parlo di questo perché ho appena visto, nel sito di un tour operator operante nel settore del cicloturismo, una pagina dedicata alla Corona di delizie, giro intorno alla città di Torino attraverso il quale toccare/vedere/visitare vari palazzi e castelli sabaudi. Il giro lo conosco, è alquanto carino, ma a me era piaciuto farlo perché mi portava a conoscere strade, sterrati e ambienti in cui non c'ero ancora stato. I palazzi, a parte qualche opera minore, li conoscevo già e comunque non mi addentro a visitarli per bene, sia perché il giro lo feci nell'arco di un pomeriggio, sia perché quando pedalo penso a correre e a guardarmi in giro, cioè praticamente io penso più al viaggio in sé che alla meta!

Se uno offre un giro mostrando queste cartoline non ottiene nessun riscontro, secondo me. 
Il motivo è presto detto: per visitare quei posti non ho bisogno della bici! La bici mi serve per addentrarmi in un territorio e divertirmi lungo certe stradine e sentieri.

venerdì 18 aprile 2014

Le più belle SALITE del Nord Ovest!

LE PIU' BELLE SALITE ..e DISCESE.. DEL NORD-OVEST!
(grafici presi da Salite.ch e immagini da Google StreetView)


VALLE D'AOSTA

VALTOURNENCHE: Valtournenche (1.560 mt)- Alpe Barmaz (2.020 mt)
Distanza: 6,5km ca., pendenza media: 7% ca.
MAPPA

 








VALTOURNENCHE: Antey Saint-André (1.020 mt ca.) - Artaz (1.715 mt)

Da valutare la strada che sale al Lago di Croux (1.910 mt ca.)

Distanza: 8.2 km (al lago 11 km ca.), pendenza media: 8%
MAPPA








VALTOURNENCHE: Chatillon (575 mt ca.) - Breuil Cervinia (2.005 mt ca.)
Distanza: 28km ca., pendenza media: 5% ca.
Attenzione: all'altezza del torrente Marmore (Fiernaz), è presenta una galleria lunga circa 250 mt., più un'altra poco prima dell'arrivo, questa però lunga circa 400 mt.
MAPPA








 

domenica 13 aprile 2014

Che senso ha la Tuttadritta (Torino, 10 km)

Oggi 13 aprile 2014, come da diversi anni, si è corsa da Torino centro a Stupinigi, la corsa a piedi denominata Tuttadritta.

Se per un agonista può avere un senso, e sicuramente ce l'ha, perché mai un amatore dovrebbe pagare ben €15, ovvero €1,5 per km, per correre in pianura, su asfalto, in città, in un percorso, appunto, tutto dritto???

Per correre in compagnia?
   Ci può stare
Per avere le strade libere dalle auto?
   Ogni domenica mattina si può correre tranquillamente con pochissimo traffico, idem la notte dei giorni feriali
Per testarsi su un kilometraggio abbastanza impegnativo?
   Lo può fare chiunque munito di orologio, gps, telefonino...


mercoledì 9 aprile 2014

Ciclismo moderno

Sulla Gazzetta dello Sport ho trovato questo perfetto articolo sul ciclismo dei giorni nostri, sul perché delle tante cadute..

martedì 8 aprile 2014

Cosa serve al CICLOTURISTA in Torino e Provincia?

Cosa serve al CICLOTURISTA in Torino e Provincia?
Corona di Delizie, Terre dell'Ovest, Sapori e Colori


TURISMO.. TURISMO.. TURISMO..

Senza un'unione di intenti, il cicloturista può conoscere e fare ben poco!

All'infuori della nostra città ci sono diversi itinerari segnalati, come quello di Terre dell'Ovest che ad esempio passa per Rivoli, e poi quello di Sapori e Colori, che passando da Chieri tocca la collina torinese.

Sono ovviamente itinerari primaverili e soprattutto autunnali, quando il sole non ci fa stramazzare a terra :)

Il problema è che cercando il primo termine non viene fuori granché, io infatti ho trovato solo questa paginetta dove si viene invitati a prendere la cartina cartacea presso i vari Comuni.. Amici in Bici, nel 2008, organizzò una gita che passava anche per queste strade e sentieri (che sono comunque segnalati, quindi il progetto esiste ed è stato realizzato, soltanto non è molto famoso, a mio avviso).
Inutile dire che se lungo il percorso ci sono dei problemi, come alcuni tratti chiusi per dei lavori in corso, non lo saprete mai perché manca un sito ufficiale con news aggiornate..

Per quanto riguarda Sapori e Colori ho trovato questo, nel sito "Collina Po", o ancor meglio questa pagina dove ci sono diversi elenchi (luoghi, eventi, ristoranti, ecc.).
Il problema è che la collina torinese è bellissima, ma non solo uno straniero non viene informato della sua esistenza, ma neanche un piemontese non torinese, immagino! Infatti, usando come parole di ricerca "cyclism turin hills", il sito più interessante mi è sembrato questo, dove però non si parla di Maddalena, Superga, Pino, Marentino, Pavarolo, Chieri, ecc., bensì delle Langhe!

Una nota positiva però c'è. Conoscete la "Corona di Delizie"?


Questo è un percorso che ho.. percorso interamente e che gira intorno e dentro Torino. E' sicuramente quello più conosciuto, perché ricalcando l'itinerario ideato dai Savoia per raggiungere le varie dimore reali, è anche giustamente quello più pubblicizzato per il quale son stati fatti sforzi che hanno portato ad esempio alla creazione di un'APP. La cosa che non sopporto del percorso ideato dai vari enti, è il passaggio a Nord di Torino, dovendo toccare zone a mio parere insulse tra Borgaro e Settimo (qualcosa di carino c'è, ma visto che ci sono diversi bivi e zone industriali, beh...).

 
CONCLUSIONE:
con Corona di Delizie siamo riusciti ad unire vari percorsi e vari sforzi dei vari enti preposti a garantire un ritorno economico alla società, legato al turismo, però bisogna fare qualcosa per SPROVINCIALIZZARE questa idea!
Purtroppo non solo nel mondo, ma anche in Piemonte, ci sono zone maggiormente conosciute dai cicloturisti stranieri e anche italiane, come ad esempio le Langhe già citate prima, oppure la zona dei laghi (lago d'Orta e Maggiore).
Se i siti ufficiali della Reggia di Venaria, del Castello di Rivoli et similia, pubblicizzassero questo percorso e la natura che c'è intorno (colline moreniche, ad esempio), si farebbe sicuramente un passo in avanti, perché queste due architetture sono conosciute "all around the world", o quasi..
In realtà il sito della Reggia presenta un link ben visibile al sito ufficiale della Corona di Delizie, però in questo sito non viene ben evidenziata la parte ciclistica..
E perché non creare anche una rete di parcheggi sicuri per le bici, in modo tale da poter poi andare in giro anche a piedi visitando i vari musei, palazzi, chiese?